Affari di famiglia

Affari di famiglia

from Nicole Makarevicz
16.02.2017
Che abbia sposato te, una di città, non gliel’hanno mai perdonato. Era il miglior partito del paese, un bel giovane che ha fatto girare la testa a donne e ragazze. Suo padre il proprietario del negozio del paese, lo zio, celibe e senza figli, l’unico oste.
>> Read the entire story
 
Cose preziose

Cose preziose

from Verena Frasnelli
16.02.2017
Piccole perle rosse zampillano nel silenzio del mattino. La collana è rotta. Ann Sophie si inginocchia sul pavimento della cucina e vuole raccoglierle. Subito le viene in mente una frase della favola che aveva raccontato ai suoi bambini un’infinità di volte: “Le buone ...
>> Read the entire story
 
dall’altra parte

dall’altra parte

from Silvia Berger
16.02.2017
Da quando la parola mi ha colpito, di notte i morti stanno sulla mia soglia e mi fanno cenno con la mano. Alcuni di loro sorridono con aria furbetta. Così la prozia Frieda, della quale mi ricordo le labbra per lo più serrate. Era in ansia per i tappeti, quando noi ...
>> Read the entire story
 
Hella parla con i morti

Hella parla con i morti

from Michael Wenzel
16.02.2017
In paese Hella passava per essere oltremodo indocile e scorbutica ‒ più o meno il peggio per rimediare un uomo.

Perché se una femmina sa già sempre tutto e si intromette di continuo, allora a che cosa le serve un uomo? Una domanda che si risponde da sé e, ...
>> Read the entire story
 
Il nostro caffè

Il nostro caffè

from Martina Berscheid
16.02.2017
Nell’aria c’è l’odore della mia infanzia, sa di caffè, Butterstreusel e cannella. Come allora sono seduta al tavolo rotondo accanto al ficus.

Mi mancano l’acciottolio dei piatti, il fruscio dei giornali, il mormorio delle voci e le risate. Il silenzio ha ...
>> Read the entire story
 
La cimice

La cimice

from Angela Kreuz
16.02.2017
>> Read the entire story
 
La questione dell’identità

La questione dell’identità

from Stephan Gräfe
16.02.2017
Il tempo svaporava lentamente in un irish pub; mancava ancora un’ora buona prima che il barista potesse staccare. Durante la settimana, soprattutto il giovedì, c’era poco movimento. E così anche quella notte nella foschia fumosa dell’angolo più appartato ciondolavano ...
>> Read the entire story
 
Nero a Kigali, grigio a Coblenza

Nero a Kigali, grigio a Coblenza

from Gregor Schürer
16.02.2017
Aveva sempre la luce accesa. Lo potevo vedere dalle finestre. Non importa quando guardassi su da lui, le tende non erano mai tirate, le tapparelle mai abbassate. E c’era sempre luce. Che rincasassi dal turno di notte alle cinque del mattino o da quello pomeridiano alle ...
>> Read the entire story
 
Stanza senza porta

Stanza senza porta

from Lisa Echcharif
16.02.2017
La sua panchina è libera. Noura tira un sospiro di sollievo. Ogni volta che il tempo e l’assenza di altri lo consentono, occupa questo posto. Pausa pranzo in un porto sicuro. Dopo la fuga dalla Siria, persino una comune ma consueta panchina del parco significa ...
>> Read the entire story
 
Azzurro arcobaleno

Azzurro arcobaleno

from Christine F. Wagner
05.04.2016
“Nadine, prendi subito il piumone dal parapetto!” esclama la madre. Quel tono a Nadine non piace per niente. Come sono belle, le piume che si librano e volano via. Una dopo l’altra si staccano dal piumone e, sospinte da un energico colpo di vento, fluttuano verso ...
>> Read the entire story
 
La casetta degli uccelli sull'argan

La casetta degli uccelli sull'argan

from Nadia Rungger
05.04.2016
L’uomo guarda fuori dal finestrino del treno, una giacca in grembo e una borsa nera fra i piedi. Si vede passare davanti paesi, campanili e meleti. Sa da dove viene e sa dove va, e come ci si gode la vita. Io siedo di fronte a lui e fisso la mia immagine confusa ...
>> Read the entire story
 
Lieve, Grave

Lieve, Grave

from Edith Senkel
05.04.2016
La cenere non era pesante. Trasportabile, pensò, sarà pur sopportabile.

Gli occhi di lei. Grandi, azzurri, niente lacrime. Uno sguardo.
Vecchie mani rugose, intrecciate le une nelle altre, fisse, insolitamente fisse.
“Vieni su con me!” aveva ...
>> Read the entire story
 
Lunedì al mare

Lunedì al mare

from Jürgen Flenker
05.04.2016
Un lunedì d’estate incontrai Dio sulla sua bicicletta. Eravamo su un argine non lontano da Cuxhaven e Dio sembrava avere fretta, perché pedalava con gran lena, e le sue gote risplendevano rotonde e forti nel sole. I suoi capelli, di un bianco candido come c’era da ...
>> Read the entire story
 
Marie, estate 1942

Marie, estate 1942

from Daniel Mylow
05.04.2016
Benché anche stavolta fossi partito per R. in un determinato giorno del luglio 1979 a una determinata ora, non ci arrivai mai veramente. Nella mia penultima vita era più facile. Allora potevo volare, diceva mia nonna.
Sono alla finestra e guardo volare gli ...
>> Read the entire story
 
Potrebbe essere tutto così facile

Potrebbe essere tutto così facile

from Julia Uding
05.04.2016
Era l’inizio di settembre, di notte già fresco, e andammo nei boschi. La cosa che amavo di più era il cielo stellato. Là fuori, infatti, c’erano ancora: le stelle. In città mi mancavano spesso.
Arrivammo e la nostra palafitta in legno non aveva nulla da offrirci ...
>> Read the entire story
 
Soluzioni

Soluzioni

from Maria Matheusch
05.04.2016
Da cinque minuti teneva il viso sospeso così vicino al piatto bollente che ai curiosi nel ristorante del supermercato dava l’impressione di volerla inalare, la minestra, invece di mangiarla col cucchiaio. Durante quei minuti si era raccolta sulla punta del suo naso una ...
>> Read the entire story
 
Una donna come una montagna che vola

Una donna come una montagna che vola

from Jeannine Meighörner
05.04.2016
Ci sono persone che sembrano uscite da un ghiribizzo della creazione. Da un’ironia. Spesso sono quelle che desiderano un’esistenza semplice, che portano in sé l’anima di un bambino. Di un bambino di montagna.

“Le montagne non vanno le une verso le altre, ...
>> Read the entire story
 
Voli del pensiero

Voli del pensiero

from Katharina Lankers
05.04.2016
Era circondata da un caldo profumo di limone. Oltre la vetrata panoramica un sole fresco di sonno splendeva su declivi verde intenso e cime argentee: lo scenario perfetto per quella giornata! Paula si crogiolava con gusto sulla sdraio nel reparto sauna, coccolandosi ...
>> Read the entire story
 
Il bagno nella torbiera

Il bagno nella torbiera

from Renate Wutte
12.04.2015
La chiave era giusta. Girava nella serratura più facilmente del previsto, la porta si aprì di colpo. Il profumo del legno tiepido la accolse; era la benvenuta.
La vicina le aveva offerto la baita su in montagna.
Era modesta ma fornita del necessario, tanto ...
>> Read the entire story
 
Il cucchiaio dell’amore

Il cucchiaio dell’amore

from Jens Laloire
12.04.2015
Ieri per caso in centro ho incontrato un vecchio amico che non vedevo da diversi anni. A suo tempo stavamo per ore al pub a ragionare, a rimuginare su progetti comuni o a raccontarci delle nostre per lo più misere storie di donne, ma dopo l’università poco a poco ci ...
>> Read the entire story
 
Il finale

Il finale

from Benjamin Tietjen
12.04.2015
Sul terrazzo dell’hotel a graticcio è seduto un uomo, sta leggendo Misteri di Hamsun, quando la cameriera gli chiede se desidera un caffè.
“Volentieri, Anne,” dice l’uomo alzando lo sguardo dal libro.
Poco dopo che la donna ha lasciato la scena e ...
>> Read the entire story
 
IL LEPROTTO

IL LEPROTTO

from Christine F. Wagner
12.04.2015
Sto fluttuando!
Un formicolio sotto lo sterno, nella pancia, nelle gambe.
Ricordo quando da bambina mi dovettero venire a prendere in montagna in elicottero. Strappo ai legamenti. La stessa sensazione di quando si va in gondola, scivolando nell’acqua.
>> Read the entire story
 
Paradiso

Paradiso

from Britta Bendixen
12.04.2015
“Nome? Età? Paese d’origine?”
“Frank Fischer. 54 anni. Germania.”
“Causa di morte?”
“Io… ehm, dunque, infarto cardiaco.”
“Tenga.” L’angelo all’ingresso gli porge una targhetta con una spilla di sicurezza e Frank cerca di fissarla alla giacca.
>> Read the entire story
 
Tempesta sulla Palla Bianca

Tempesta sulla Palla Bianca

from Martha Miklin
12.04.2015
Vent’anni fa credevo che, se avessi trattenuto il respiro, il tempo si sarebbe fermato. La mia sorella maggiore mi aveva sussurrato nell’orecchio sinistro questa fesseria nella tempestosa notte del 12 luglio 1994. A causa del maltempo eravamo rimaste bloccate con altri ...
>> Read the entire story
 
Una foglia

Una foglia

from Susanne Brandt
12.04.2015
Torno dopodomani, aveva detto ai suoi amici quella sera.
Poi cercò di dormire qualche ora, si alzò presto, preparò lo zaino e scese lungo la strada fino al lago.
Se per i primi chilometri avesse preso l’autobus sarebbe arrivato alla grotta in poco tempo. Ma ...
>> Read the entire story
 
Una passeggiata lungo la costa

Una passeggiata lungo la costa

from Gabriele Korn
12.04.2015
Ha sempre cinquanta metri di vantaggio. Spesso rimango ferma, guardo l’acqua. Barche a vela su un mare che pare di seta blu, sgualcita. La mia andatura è decisamente più lenta della sua.

Si riesce a vedere Spalato, sull’altra sponda. Case color gelato ...
>> Read the entire story
 
Una slittata speciale

Una slittata speciale

from Kerstin Weinberg
12.04.2015
„Nonno!“ urla Hannah affinché il nonno la senta con il suo apparecchio acustico, toccandolo delicatamente sulla schiena. “Nonno, ci andiamo sì o no a fare il giro in slitta? Me l’avevi promesso!”
“Cosa strilli, non sono mica sordo” protesta il nonno tappandosi ...
>> Read the entire story
 
Il filo rosso del destino

Il filo rosso del destino

from Achim Amme
11.04.2015
Ricordo quel giorno come fosse ieri. Era d’estate e io lavoravo come aiuto-commessa in un negozio di abbigliamento. All’improvviso me lo vedo davanti alla grande vetrina che mi guarda. Seppi subito: “È lui!”
Gli mandai un bacio e mi ritirai nel retro del negozio ...
>> Read the entire story
 
Trasporto assoluto

Trasporto assoluto

from Frederike Frei
19.02.2015
Sono riuscita a trovare uno scompartimento libero, mi metto al riparo dalla frenesia dei facchini nel corridoio scostando le tendine sottili e mi metto al finestrino.
Il treno sul binario accanto, che percorre la linea in direzione opposta, toglie la luce al mio ...
>> Read the entire story
 
Il box di Vroni

Il box di Vroni

from Peter Schwendele
18.01.2014
La luce nella stalla era leggermente più opaca del solito. Lei se ne stava indecisa sulla porta facendo ballare le dita negli stivali di gomma verde muschio troppo grandi. Con lo sguardo passò in rassegna le luci, che sembravano i lampeggianti blu delle auto dei ...
>> Read the entire story
 
Il tunnel

Il tunnel

from Nora Spiegel
18.01.2014
Quando finalmente trovarono l’uomo, era già morto. Avevano evitato di scavare con le pale direttamente verso il basso per non ferire le persone rimaste sepolte. La testa del cadavere era rivolta di sbieco verso l’alto, come se li stesse attendendo. Ma ciò che gli ...
>> Read the entire story
 
L’uomo che scambiò la propria casa per un pezzo di carta

L’uomo che scambiò la propria casa per un pezzo di carta

from Jeannine Meighörner
18.01.2014
Questa è la storia di un uomo morto da tempo, ma che è ancora tra i vivi. Ormai è diventata un aneddoto che la gente si passa di bocca in bocca, nascondendosi dietro a una mano, perché uno sconosciuto potrebbe non capire. Nel Tiroler Oberland – dove i pianigiani ...
>> Read the entire story
 
Peppe dà fuori di testa

Peppe dà fuori di testa

from Cornelia Koepsell
18.01.2014
Peppe Halbmeier era un signore di cinquant’anni. Era mediamente biondo, mediamente alto, mediamente magro e mediamente sensibile. Uno che non si distingueva in nessun modo. Era felice.

Se Peppe Halbmeier fosse stato un poeta, un mestiere che ovviamente per ...
>> Read the entire story
 
Quando mamma non ci sarà più

Quando mamma non ci sarà più

from Sylvia Maria Zöschg
18.01.2014
Solo quando la cena è stata servita e la casa rassettata, quando la madre finalmente dorme, quando Franz siede davanti alla sua birra serale, Maria ha qualche minuto per sé.

Va sul balcone. Talvolta strappa le foglie appassite dei fiori, che riconoscenti ...
>> Read the entire story
 
La nave che verrà

La nave che verrà

from Katrin Deibert
17.01.2014
«Il desiderio non esiste più. O quantomeno è in via d’estinzione, come un fottuto orso polare, o l’eloderma. Questa cosa mi fu chiara la scorsa estate. Ero con i miei genitori su un’isola greca. Incredibile, lì non c’era l’aeroporto, si doveva prendere un traghetto ad ...
>> Read the entire story
 
Un desiderio

Un desiderio

from Claudia Engeler
17.01.2014
Quando entro in mia madre, lei sta di nuovo ai fornelli. Le sue spalle ricurve fanno pensare a una vecchiaia che non avrebbe mai raggiunto. La sorte non le avrebbe concesso un lungo avvenire. Sarebbe morta troppo presto. Ma questo all’epoca non lo sapevo ancora ...
>> Read the entire story
 
 

Time of Writing Author Search by Country All Stories

Language of the story

Only German Stories Only Italian Stories Only English Stories All Languages