Di sabato

Di sabato

da Emanuele Quindici
27.02.2019
“Sì, domani è domenica e non so bene cosa voglio fare. Da un canto ho le mie mille idee: vorrei spaccare il mondo, però vorrei rilassarmi; vorrei incontrare amici, e però anche stare un po’ da sola. È sempre così difficile scegliere come passare la domenica… ...
>> Leggere l'intera storia
 
OB-LA-DI-OB-LA-DA

OB-LA-DI-OB-LA-DA

da Emanuele Quindici
05.04.2016
“Ciccio! Ma quanto sei grosso?” Ciccio ha quarant’anni e non si chiama davvero “Ciccio”: sarebbe Gianluca, o forse Gianfranco, ma che importa, è sempre stato Ciccio, per tutto il mondo. Quale mondo? La realtà è semplice: Ciccio ha la sua tana dentro un letto di ...
>> Leggere l'intera storia
 
Profumo di timo serpillo

Profumo di timo serpillo

da Guergana Radeva
16.02.2017
Era al top, pensò, mentre lo sguardo sorvolava le cime innevate delle Dolomiti, non si poteva salire più in alto di così. Dentro di sé, però, sapeva che la scalata era appena iniziata. Vista da fuori, con il suo completo invernale all’ultimo grido e con gli sci ai ...
>> Leggere l'intera storia
 
Pace

Pace

da Vincent Raynaud
15.09.2011
“Welcome Mister Chance,” diceva lo schermo del televisore.
La porta della camera si è richiusa alle mie spalle. Ho preso il telecomando e ho premuto il tasto ok. Sullo schermo è apparso un menu in inglese, con canali di tutto il mondo, musica, internet, una ...
>> Leggere l'intera storia
 

Poltrona verde

da Franca Rossi
10.09.2010
Le pastiglie del mattino hanno sapore di cloro e di gesso. Quelle della sera profumano di arancio e limone. A pranzo le patate erano probabilmente le stesse di uno qualsiasi dei 5000 giorni passati qua dentro. Più di 12 anni fra il cloro, il limone e le patate senza ...
>> Leggere l'intera storia
 
La casetta degli uccelli sull'argan

La casetta degli uccelli sull'argan

da Nadia Rungger
05.04.2016
L’uomo guarda fuori dal finestrino del treno, una giacca in grembo e una borsa nera fra i piedi. Si vede passare davanti paesi, campanili e meleti. Sa da dove viene e sa dove va, e come ci si gode la vita. Io siedo di fronte a lui e fisso la mia immagine confusa ...
>> Leggere l'intera storia
 
La vita lontani dalle montagne

La vita lontani dalle montagne

da Giacomo Sartori
16.02.2017
Quando si è adulti bisogna fare gli adulti, anzi l’occupazione principale diventa proprio quella: si ha da manifestarsi adulti in ogni evenienza e circostanza, con qualsiasi mezzo e a qualsiasi prezzo, e anzi meglio si fa gli adulti più si è considerati e ci si ...
>> Leggere l'intera storia
 
Premonizione

Premonizione

da Giacomo Sartori
17.01.2014
Ilio scendeva con gli sci per una parete quasi verticale, quando Lucilla l’ha conosciuto, nel lontanissimo millenovecentosettantotto. Ha capito che sarebbe stato il suo uomo fin dalla seconda impacciata curva: era un puntino rosso sul bianco accecante del canalone, ma ...
>> Leggere l'intera storia
 

Il viaggio

da Patrizia Scarzella
08.08.2009
L’email diceva: “Weekend a sorpresa per il nostro compleanno.

Partenza venerdì pomeriggio. Portate costume da bagno, abito da sera, scarponcini da montagna e giacca a vento.” Le quattro “ancelle”, sorprese dallo strano messaggio ricevuto dai loro amici - ...
>> Leggere l'intera storia
 
Nero a Kigali, grigio a Coblenza

Nero a Kigali, grigio a Coblenza

da Gregor Schürer
16.02.2017
Aveva sempre la luce accesa. Lo potevo vedere dalle finestre. Non importa quando guardassi su da lui, le tende non erano mai tirate, le tapparelle mai abbassate. E c’era sempre luce. Che rincasassi dal turno di notte alle cinque del mattino o da quello pomeridiano alle ...
>> Leggere l'intera storia
 
Il box di Vroni

Il box di Vroni

da Peter Schwendele
18.01.2014
La luce nella stalla era leggermente più opaca del solito. Lei se ne stava indecisa sulla porta facendo ballare le dita negli stivali di gomma verde muschio troppo grandi. Con lo sguardo passò in rassegna le luci, che sembravano i lampeggianti blu delle auto dei ...
>> Leggere l'intera storia
 
Lieve, Grave

Lieve, Grave

da Edith Senkel
05.04.2016
La cenere non era pesante. Trasportabile, pensò, sarà pur sopportabile.

Gli occhi di lei. Grandi, azzurri, niente lacrime. Uno sguardo.
Vecchie mani rugose, intrecciate le une nelle altre, fisse, insolitamente fisse.
“Vieni su con me!” aveva ...
>> Leggere l'intera storia
 

Mai e sempre Magda

da Pierpaolo Sorentino
12.10.2009
“Anche questa sera con il broncio, come vedo!”, disse la signora Ludmilla ad Alfio e Magda. “Dovete rassegnarvi. D’ora in poi abiteremo qui, che vi piaccia o no! ”

I due fratellini si sedettero a tavola, lentamente. Alle sette, come ogni sera. La cena era ...
>> Leggere l'intera storia
 
Il tunnel

Il tunnel

da Nora Spiegel
18.01.2014
Quando finalmente trovarono l’uomo, era già morto. Avevano evitato di scavare con le pale direttamente verso il basso per non ferire le persone rimaste sepolte. La testa del cadavere era rivolta di sbieco verso l’alto, come se li stesse attendendo. Ma ciò che gli ...
>> Leggere l'intera storia
 
An Exquisite Cup of Assam

An Exquisite Cup of Assam

da Eva Spitzer
14.09.2011
Twenty years ago I bought a dilapidated cottage on a hillside which used to be a vineyard, just outside my hometown. Up until then I had lived in twelve different places, many of which I renovated meticulously, but I had not really felt at home in any of them, because ...
>> Leggere l'intera storia
 
…nella mente è l'errore?

…nella mente è l'errore?

da Sonia Sulzer
17.01.2014
No, non sto preparando la minestra, niente minestra stasera, anche se forse ne dovrei preparare di più, di minestre. Ripassavo le battute, cercavo di immaginare la piega che avrebbe preso la nostra conversazione in modo che non mi cogliesse impreparata, impreparata sì, ...
>> Leggere l'intera storia
 
Il finale

Il finale

da Benjamin Tietjen
12.04.2015
Sul terrazzo dell’hotel a graticcio è seduto un uomo, sta leggendo Misteri di Hamsun, quando la cameriera gli chiede se desidera un caffè.
“Volentieri, Anne,” dice l’uomo alzando lo sguardo dal libro.
Poco dopo che la donna ha lasciato la scena e ...
>> Leggere l'intera storia
 
Potrebbe essere tutto così facile

Potrebbe essere tutto così facile

da Julia Uding
05.04.2016
Era l’inizio di settembre, di notte già fresco, e andammo nei boschi. La cosa che amavo di più era il cielo stellato. Là fuori, infatti, c’erano ancora: le stelle. In città mi mancavano spesso.
Arrivammo e la nostra palafitta in legno non aveva nulla da offrirci ...
>> Leggere l'intera storia
 
Un racconto del sotto-sopra, e dell'Aldiquà

Un racconto del sotto-sopra, e dell'Aldiquà

da Cristina Vignocchi
15.09.2011
Ci aveva messo molto tempo per riassettare l’ambiente, così grande ma zeppo di cose, e prepararlo per accogliere i nuovi ospiti della sera, dopo aver sgobbato tutta la mattina dalla buonora per accontentare “quei villeggianti” che per pranzare a poco prezzo avevano ...
>> Leggere l'intera storia
 
Azzurro arcobaleno

Azzurro arcobaleno

da Christine F. Wagner
05.04.2016
“Nadine, prendi subito il piumone dal parapetto!” esclama la madre. Quel tono a Nadine non piace per niente. Come sono belle, le piume che si librano e volano via. Una dopo l’altra si staccano dal piumone e, sospinte da un energico colpo di vento, fluttuano verso ...
>> Leggere l'intera storia
 
The incubatrice

The incubatrice

da Shannon Wardell
09.04.2018
Jay stava urlando: “Come hai potuto farlo? Ti avevo chiesto di non toccare niente. Sai come sono nervosi e preoccupati Lena e il dottor Chris. Perderanno le staffe quando dovrò informarli che il coperchio dell'incubatrice non si chiude più. E non si chiude perché ...
>> Leggere l'intera storia
 
La chiave

La chiave

da Shannon Wardell
05.04.2016
Avevamo già cominciato a fare piani per l'estate a marzo. Questa volta eravamo solo noi tre, e i miei figli pensavano a una vacanza rilassante. Io propendevo per qualcosa di più audace, tipo un tour dei graffiti in varie città europee. Ma quello sarebbe stato anche ...
>> Leggere l'intera storia
 
Up on the roof

Up on the roof

da Shannon Wardell
19.02.2015
Con l'euforia inebriante generata da un'abitudine all'esercitazione irregolare, 4c alzò il suo fido trombone e si scaldò con la linea di basso di “Camptown Ladies”. “Me la ricordo ancora”, pensò mentre suonava. “Qualche nota stonata, qualche piccolo tremito di labbra, ...
>> Leggere l'intera storia
 
Un desiderio perenne

Un desiderio perenne

da Shannon Wardell
17.01.2014
Chiedetemi cosa desidero e potrei parlare per ore. Potrei distinguere con precisione progetti a lungo e breve termine, aspirazioni personali, obiettivi professionali, sogni impossibili eppure preziosi, voglie sexy a breve termine e fedeli visioni a lungo termine.
>> Leggere l'intera storia
 
Una slittata speciale

Una slittata speciale

da Kerstin Weinberg
12.04.2015
„Nonno!“ urla Hannah affinché il nonno la senta con il suo apparecchio acustico, toccandolo delicatamente sulla schiena. “Nonno, ci andiamo sì o no a fare il giro in slitta? Me l’avevi promesso!”
“Cosa strilli, non sono mica sordo” protesta il nonno tappandosi ...
>> Leggere l'intera storia
 
Hella parla con i morti

Hella parla con i morti

da Michael Wenzel
16.02.2017
In paese Hella passava per essere oltremodo indocile e scorbutica ‒ più o meno il peggio per rimediare un uomo.

Perché se una femmina sa già sempre tutto e si intromette di continuo, allora a che cosa le serve un uomo? Una domanda che si risponde da sé e, ...
>> Leggere l'intera storia
 
Il bagno nella torbiera

Il bagno nella torbiera

da Renate Wutte
12.04.2015
La chiave era giusta. Girava nella serratura più facilmente del previsto, la porta si aprì di colpo. Il profumo del legno tiepido la accolse; era la benvenuta.
La vicina le aveva offerto la baita su in montagna.
Era modesta ma fornita del necessario, tanto ...
>> Leggere l'intera storia
 
La scrittrice

La scrittrice

da Stefano Zangrando
27.02.2019
Tutto era iniziato con un libro, il suo ultimo romanzo. “Leggilo, ti prego”, mi aveva detto Pia, la mia vicina, amica e ammiratrice della scrittrice, che però io non avevo mai visto né letto; ogni volta che ne vedevo una foto sui media, mi sembrava troppo bella per ...
>> Leggere l'intera storia
 
Così è la vita

Così è la vita

da Stefano Zangrando
17.01.2014
Sergio si appoggia all’indietro sulla sedia sdraio e stiracchia la voce: “Ah, questa sì che è vita”. Perle di sudore brillano sulla sua fronte fra l’attaccatura della chioma brizzolata e gli occhiali da sole firmati.
Accanto a lui, Rita beve un sorso di sangria, ...
>> Leggere l'intera storia
 
Silvester

Silvester

da Stefano Zangrando
15.09.2011
Quando la mezzanotte raggiunse finalmente la metropoli io stavo guardando, solo nella penombra gelida del poggiolo, i binari deserti della sopraelevata e il cielo notturno rosa e nero, rosicchiandomi la pelle intorno alle unghie e ostinandomi ancora a cercare nell’aria ...
>> Leggere l'intera storia
 

26-Ventisei

da Paolo Zoppolatti
30.08.2007
Laggiù, guardo lontano e più lontano guardo, più i pensieri si liberano sulle onde dell’orizzonte.

Reali come il sole che scalda questo giorno o alzando gli occhi volo dove la realtà diventa un quadro multicolore. Chissà…chissà, divento viaggiatore di ciò ...
>> Leggere l'intera storia
 

Dalle mani innocenti e dal cuore puro

da Giulia Zoratti
20.02.2018
Michail aveva un segreto che lo aveva spinto ad andare a vivere sulle nostre montagne. Qualcosa che lo aveva incoraggiato a condurre una vita completamente solitaria. Si rivolse a me parecchi anni fa quando la parrocchia indisse un bando per trovare un custode al ...
>> Leggere l'intera storia
 
Quando mamma non ci sarà più

Quando mamma non ci sarà più

da Sylvia Maria Zöschg
18.01.2014
Solo quando la cena è stata servita e la casa rassettata, quando la madre finalmente dorme, quando Franz siede davanti alla sua birra serale, Maria ha qualche minuto per sé.

Va sul balcone. Talvolta strappa le foglie appassite dei fiori, che riconoscenti ...
>> Leggere l'intera storia
 
 

Data del inserzione Autore Ricerca per paese Tutte le storie

Lingua della storia

Storie in tedesco Storie in italiano Storie in inglese Tutte le lingue